fbpx

Ultimi aggiornamenti allarme Fipronil nelle uova

uova-contaminate-da-fipronil

Il Ministero della Salute, attraverso comunicati stampa pubblicati sul sito internet nella sezione “News e media – notizie”, sta aggiornando continuamente i cittadini circa l’evolversi dell’allarme fipronil nelle uova, facendo riferimento ai controlli in corso su tutto il territorio italiano. Ricordiamo che i prodotti interessati sono le uova tal quali, tutte le tipologie di oviprodotti e tutti gli alimenti trasformati che prevedono l’impiego di uova tra i loro ingredienti. A livello europeo, non sono pervenute segnalazioni di allerta comunitari oltre i sei casi segnalati nei giorni scorsi, che le Autorità competenti dei vari Paesi hanno già provveduto a gestire. Nel nostro Paese, il Ministero ha recepito i dati di quasi 200 campionamenti effettuati in tutte le regioni italiane su pollame, uova e derivati, mentre i Nas sono intervenuti per l’applicazione di un piano di campionamento che ha coinvolto prodotti contenenti uova o derivati presenti sugli scaffali dei supermercati, sia da disposizione del Ministero della Salute sia su iniziativa autonoma dell’Arma dei Carabinieri. A questi, si aggiungono i campionamenti effettuati dagli Uffici Veterinari per gli Adempimenti Comunitari (UVAC) per i prodotti direttamente provenienti dai Paesi interessati dall’allerta.

Gli ultimi dati forniti parlano di otto campioni trovati positivi, cioè con valori analitici di fipronil superiori alla norma, di cui la maggior parte interessa le uova tal quali presenti in aziende di confezionamento, mentre solo due positività sono relative ad oviprodotti ed una ad un alimento trasformato. Sono scattati pertanto tutti i provvedimenti del caso, sia diretti cioè sequestro delle partite coinvolte, sia indiretto cioè interventi d’indagine per rintracciare il percorso dei prodotti risultati positivi ed intervenire particolarmente sugli allevamenti di provenienza delle uova contaminate.

Post Correlati