fbpx

Infestazione da blatte? Risolvi semplicemente con…

disinfestazioneblatte

Le blatte, più note col nome di “scarafaggi”, sono insetti infestanti di ambienti frequentati dall’uomo, considerati altamente nocivi perché portatori di numerose patologie. Vi appartengono circa 3500 specie, di cui la maggior parte distribuite nella fascia tropicale del globo ma insediate anche a latitudini più elevate, grazie all’ospitalità di abitazioni e luoghi di deposito delle derrate alimentari. Sono insetti di passaggio, cioè non tipici di un determinato alimento: gran parte di questi artropodi sono infatti cosmopoliti, avendo seguito l’uomo nei suoi spostamenti, soprattutto via mare, ed è pertanto possibile trovare le medesime specie nei luoghi aventi uguali caratteristiche ambientali e trofiche. Le blatte non mancano mai nell’azienda zootecnica ove, se non contrastati, possono moltiplicarsi nei magazzini, nei depositi, nei sili e perfino nei fabbricati destinati all’allevamento degli animali stessi.

Attraverso un’attenta analisi del comportamento, dell’alimentazione, dei cicli riproduttivi delle blatte, l’entomologia veterinaria ha via via elaborato tecniche di lotta e interventi mirati per eliminare i substrati del suo sviluppo e limitarne la pullulazione: tuttavia nel corso degli anni anche le blatte, così come molte altre specie di artropodi infestanti, si sono specializzate nella difesa della loro specie nell’ambiente urbano e zootecnico, acquisendo una notevole resistenza ai trattamenti chimici di disinfestazione. La prevenzione di infestazioni da blatte si realizza attraverso la sorveglianza degli ambienti, l’ispezione dei luoghi a rischio (pavimenti, battiscopa, fognature, cavi elettrici, ecc.), la rimozione di strutture che gli infestanti possono utilizzare come nascondigli, l’asportazione della polvere, dei rifiuti e dell’acqua ristagnante.